I Legami Chimici

Buon pomeriggio ragazzi ….
Oggi parleremo dei legami
Come voi tutti saprete nei Legami sono coinvolti gli
ELETTRONI
Esistono vari tipi di legami:
1)Legame covalente
a)puro o omopolare
b)polare o eteropolare
2Legame ionico
3Legame dipolo
4Legami deboli(dipolo-dipolo un esempio molto CLASSICO)
Partiamo con il primo …dobbiamo dire che il legame covalente è direttamente proporzionale al raggio e inversamente proporzionale alla forza che lega gli atomi.
Il legame covalente puro o omopolare si manifesta quando vi è un elettronegatività pari a 0 o poco più
Il legame Polare o Eteropolare si amnifesta tra atomi che hanno un elettronegatività tra 0,4 e 1,7.Diciamo prima cos è L elettronegatività:L’elettronegatività è una misura relativa della capacità di un atomo di attrarre elettroni quando prende parte a un legame chimico.Un esempio di legame covalente puro o omopolare è l unione tra le molecole della stessa elettronegavità ad esempio due molecole di cloro Cl-Cl
Un esempio di legame covalente eteropolare è un unione tra una melecola di idrogeno e una di cloro.
H-Cl dove l elettronegatività è compresa tra 0.4 e 1,7
Il legame ionico si manifesta tra 2 atomi con elettronegatività superiore a 1.7 classico esempio è l unione del primo e secondo gruppo della tavola periodica con il settimo e il sesto.
Il legame dativo avviene tra 2 atomi in cui uno mette a disposizione una coppia di elettroni.Lo scopo di tutti i legamio è quello di raggiungere l ottetto elettronico cioè otto elettroni esterni che danno all atomo la caratteristica di essere stabile .
Gli unici elementi ad avere l ottetto già formato sono i gas nobili.
Ultimo gruppo della tavola periodica.
Per quanto riguarda i legami deboli sono i legami ad idrogeno cioè una molecola di idrogeno legata a 3 atomi quali:FLUORO OSSIGENO E AZOTO.
Infine i legami Dipolo Dipolo caratteristico nelle melogele d acqua

Vi preghiamo di lasciare un like sulla nostra pagina facebookhttps://www.facebook.com/TESTAMED/

Saluti Testamed!

Precedente Somiglianze e differenze tra la cellula eucariote e la cellula procariote. Successivo Forza non molliamo